12 consigli di marketing tempestivi da tutto il mondo (luglio 2022)

Suggerimenti e trucchi di marketingPer tutto il mese di luglio abbiamo contattato persone che ricoprono ruoli di marketing per chiedere loro i migliori consigli di marketing B2B del momento.

E le persone hanno risposto con alcune grandi idee.

Ciascuna persona è stata così gentile da permetterci di rimandare al suo profilo LinkedIn. Se volete contattarli per saperne di più, fatelo: sappiamo che sarebbero lieti di conversare con chiunque su questi argomenti.

Leggete la nostra Guida definitiva al B2B Marketing

 

Consigli di marketing tempestivi dai professionisti del marketing


Michelle (Dattellas) ChianteraMichelle (Dattellas) Chiantera, direttore marketing di Corel

L'esperienza d'acquisto si è completamente digitalizzata, il che offre al marketing una leva incredibile.

Utilizzare i dati e gli insight per comprendere i comportamenti degli acquirenti è un superpotere.

Il marketing può ora essere più rilevante per il proprio pubblico utilizzando tattiche semplici: il modo in cui i clienti si impegnano con i contenuti e il sentimento sociale.

Un approccio al marketing basato sui dati è ormai un dato di fatto.


Michael NagleMichael NagleGM dello streaming/Direttore senior della distribuzione e dei partenariati OTT di Gannett | USA TODAY NETWORK

Se state inviando una comunicazione "cut & paste" per risparmiare tempo, trovate il tempo di personalizzare un'introduzione o qualcosa che la personalizzi.

La personalizzazione è importante.

Le relazioni sono importanti.

È questo che chiude gli affari.

Le persone fanno affari con le persone con cui amano fare affari.


Jacqueline FrascaJacqueline Frasca, direttore del marketing dell'esperienza digitale presso PTC

Fare sempre dei test.

Le più piccole modifiche UX o di contenuto del vostro sito web possono avere un grande impatto, anche pagina per pagina.

Ipotizzate l'impatto sui principali KPI, apportate la modifica e documentate l'andamento - e se vedete grandi miglioramenti, scalatela e continuate.

Non è necessario investire in uno strumento di A/B o di test degli utenti (anche se vi aiuta a fare di più!) per ottimizzare costantemente il vostro sito. Se non avete qualcuno che strategizza i miglioramenti del web per i vostri utenti sul vostro strumento di vendita più importante, vi assicuro che vi state perdendo le vittorie più facili, quelle che non richiedono un trimestre per essere pianificate e l'approvazione di oltre 8 persone".

E PUNTA #2

Lo scopo di qualsiasi sito web è quello di farsi trovare.

Sia che abbiate un incredibile team interno o che lavoriate con un'agenzia, assicuratevi che tutti i membri del vostro organo di marketing (e non solo) capiscano che la visibilità organica sul mercato è fondamentale.

Sono lontani i tempi in cui la parola chiave dominava tutto ciò che ci circondava.

Assicuratevi che i vostri team lavorino sulla SEO semantica e tecnica, nonché sulle ottimizzazioni on-page incentrate sulla pertinenza con l'analisi delle SERP.

Costruendo la vostra autorità topica e automatizzando il markup dello schema, il vostro intero dominio avrà successo - e tutto ciò costerà solo il vostro tempo, la vostra attenzione e la creazione di contenuti strategici e mirati.


Alec ShirkeyAlec Shirkey, direttore del marketing di LexShares 

Trasformate le notizie e gli approfondimenti sul settore degli acquirenti in una breve newsletter.

La maggior parte dei decisori B2B sono persone impegnate che non hanno il tempo di spulciare lunghi articoli, podcast e rapporti di ricerca. Perché non fare il lavoro pesante per loro?

  • Create alcuni Google Alert, abbonatevi alle principali pubblicazioni di settore e iscrivetevi a tutte le comunità LinkedIn, Slack o Reddit pertinenti.
  • Quindi compilate e riassumete brevemente i contenuti migliori per loro ogni una o quattro settimane, a seconda della frequenza o del ciclo di notizie del vostro settore.
  • (È un modo poco dispendioso per fornire valore, costruire credibilità e mantenere il vostro marchio al centro dell'attenzione, soprattutto per i piccoli team di marketing che potrebbero produrre i propri contenuti con minore frequenza.

Ollie WhitfieldOllie Whitfield, Marketing della crescita presso VanillaSoft-AutoKlose

La capacità di trovare e stabilire un rapporto di lavoro con i partner del vostro spazio è ormai essenziale. Se riuscite a trovare persone che stanno cercando di attrarre personaggi simili, potrete guadagnare sempre di più ogni volta che lavorerete con loro.

Ospiti di webinar, promozioni, apparizioni in podcast, referral, contenuti in partnership: tutto funziona sempre. Non è necessario trovare un nuovo partner con cui lavorare per ogni cosa che fate.

Datemi gli stessi 10 partner con cui lavoriamo sempre per i nostri contenuti e progetti. Lasciatemi collaborare con loro per i loro progetti. Possiamo mangiare tutti, nessuno soffre la fame.

Se mi affannassi a cercare sempre nuovi ospiti, per cercare di raggiungere e incontrare nuovo pubblico, sarebbe dura.


Tim HillisonTim Hillison, direttore marketing di entrypoint1

Allineatevi con i vostri stakeholder interni in anticipo e spesso.

Mettere tutti d'accordo e concordare le caratteristiche del successo all'inizio di un'iniziativa consente un lancio più agevole, una maggiore agilità nell'ottimizzazione (iterazione) dei contenuti e la creazione di una mentalità orientata alle metriche.

Un'impostazione ponderata non solo dà slancio, ma facilita anche le comunicazioni tra i team, la gestione dei cambiamenti e le letture dei dirigenti.

Non trascurate l'importanza di iniziare con il fine in mente nel mondo post-Covida, dove il lavoro a distanza e le buone intenzioni sconosciute possono portare a interpretazioni errate. L'esecuzione di livello mondiale è uno sport di squadra.

I nostri consigli settimanali sul marketing

Ogni settimana condivideremo un consiglio di marketing e altre preziose informazioni. Non perdeteveli.

    Rispettiamo la vostra privacy. Disdire l'iscrizione in qualsiasi momento.

     


    Ardath AlbeeArdath Albee, CEO e stratega del marketing B2B presso Interazioni di marketing

    Fate qualcosa ogni giorno per conoscere meglio i vostri acquirenti e clienti.

    La buyer intelligence è fondamentale per il coinvolgimento, la credibilità, la fiducia e l'avanzamento verso l'acquisto dei prodotti. Gli acquirenti autonomi cercano informazioni da soli. La maggior parte di loro dice che ci sono molti contenuti, ma non sono rilevanti per loro. E non sono nemmeno utili per far conoscere loro nuove idee o per aiutarli a risolvere i loro problemi.

    Di recente ho presentato un webinar su come riportare gli acquirenti B2B nella vostra strategia di marketing. Quando ho chiesto al pubblico se avessero abbastanza informazioni per garantire la pertinenza dei loro contenuti e programmi, nessuno di loro ha risposto "sì" nella chat. Neanche uno.

    Ecco alcune idee su come raccogliere informazioni sugli acquirenti (a meno che non siate in grado di intraprendere un progetto di sviluppo di una persona):
    1. Parlate con i vostri clienti ogni volta che potete. Sarete sorpresi di quanto si può imparare in una telefonata di 30 minuti. Anche se si tratta di poche telefonate basate su un argomento per informare una risorsa di contenuto, ne vale la pena. Con il tempo, se si fanno le domande giuste, si costruisce un "playbook" per la messaggistica e le personas.
    2. Se il vostro team di vendita e/o di assistenza clienti registra le chiamate, ascoltatene alcune ogni settimana.
    3. Identificate quali clienti che corrispondono alle vostre personas pubblicano contenuti, vengono intervistati o intervengono in webinar: coinvolgete le loro idee.
    4. Se non sono i vostri clienti, ruoli simili si esprimono su LinkedIn, Reddit o Quora? Seguiteli.
    5. Ricordate che i dati vi dicono solo che cosa ha fatto una persona, non perché l'ha fatto o che cosa ha tratto da quell'esperienza. Per rendere i dati utilizzabili è necessario disporre di approfondimenti qualitativi.
    6. Gli acquirenti e i clienti continuano a cambiare ed evolversi, quindi non smettete mai di essere curiosi nei loro confronti.


    Rohit GuptaRohit Gupta, Responsabile marketing senior - Marketing dei contenuti presso Replicon

    Ascoltate attentamente i punti dolenti dei vostri clienti/prospect con una mente aperta. Non abbiate fretta di proporre il vostro prodotto o servizio.

    Provate a vedere se riuscite a risolvere il problema.

    La vendita avverrà automaticamente.


    John CassJohn Cass, cofondatore AIContentGen & Designer di contenuti freelance

    Gli strumenti di generazione di contenuti AI forniscono a scrittori e marketer gli strumenti per generare contenuti.

    Tuttavia, se siete voi a generare i contenuti, è meglio generare i contenuti in sezioni.

    Inoltre, gli strumenti aiutano davvero gli scrittori quando dispongono di funzioni di ricerca e di briefing. In pochi minuti, uno scrittore può disporre di ore di ricerca su argomenti, parole chiave, link, titoli, ecc.

    E poi gli strumenti possono essere utilizzati per generare un brief, sia automaticamente, sia da uno scrittore che prende le ricerche e costruisce un brief.

    Scoprire queste infografiche per saperne di più.


    Niki HallNiki Hall, direttore marketing di Contenutoquadro

    Quando le strategie sui dati non sono costruite attorno alla fiducia, si rischia molto.

    Un nuovo sondaggio di Harris ha rivelato che tre quarti delle 3.000 persone intervistate non si sentono a proprio agio nell'acquistare da marchi con una scarsa etica dei dati, e 89% hanno dichiarato di essere più propensi a spendere soldi con un marchio che si impegna a proteggere i loro dati personali online rispetto a uno che non lo fa.

    Se si pensa a questo in termini di conversione o di ricavi, un'esperienza di fiducia è un punto di vendita tanto quanto una recensione del prodotto o il prezzo.

    I consumatori tengono alla loro privacy, come è giusto che sia, e i marchi devono riconoscerlo e prendere decisioni sulla strategia dei dati che diano ai clienti la sicurezza di interagire con loro online.

    Ciò che possono fare, innanzitutto, è rivedere le loro strategie sui dati e determinare quali sono i punti di dati critici per il miglioramento dell'attività e omettere tutto ciò che non lo è.

    In realtà, non è necessario chiedere a qualcuno la data di nascita, il sesso o il numero di telefono per poterlo servire.

    Le persone non entrano in un negozio fisico dando queste informazioni, quindi perché dovrebbero volerlo fare online?

    I marchi semplicemente non dovrebbero chiederle. Tuttavia, se per qualche motivo un marketer ritiene di aver bisogno di queste informazioni, deve fare tre cose:

    1) dare ai clienti la possibilità di rinunciare,

    2) essere trasparenti sull'uso di tali dati,

    3) non abusarne.


    Julianne GarryJulianne Garry, direttore marketing di Gruppo di ricerca Info-Tech

    L'emozione è una forza potente Entrate nella psiche del vostro acquirente comprendendo non solo le sue sfide, ma anche le sue frustrazioni, le sue aspirazioni, le piccole cose che rendono unico il suo mondo.

    Attingere a queste emozioni crea un legame immediato che è molto motivante. 


    Chelsea (Yoder) YoderChelsea (Yoder) Yoder, vicepresidente del marchio e del marketing presso Risultato

    Mantenete un piccolo elenco di clienti target e personalizzate tutto.


    Cosa aggiungereste a questi consigli di marketing?